Mantova, gioiello rinascimentale

Mantova, gioiello rinascimentale

Nel Sud-Est della Lombardia, al confine con Emilia Romagna e Veneto, Mantova è un gioiello rinascimentale, dichiarata patrimonio mondiale dell’Umanità dall'UNESCO nel 2008.


Trova l'offerta



Nel Sud-Est della Lombardia, al confine con Emilia Romagna e Veneto, Mantova è un gioiello rinascimentale, dichiarata patrimonio mondiale dell’Umanità dall’UNESCO nel 2008.


La città deve il suo splendore al casato dei Gonzaga e si estende su tre specchi d’acqua creati artificialmente a difesa della città: il lago Superiore, il lago di Mezzo e il lago Inferiore.


Chi è affascinato dalla cultura rinascimentale amerà sicuramente le stradine del centro città e i numerosi monumenti e palazzi che essa offre. Primo tra tutti il Palazzo Ducale che con le sue 500 sale e i suoi 35 mila metri quadrati di estensione assomiglia ad una vera città-palazzo. Al suo interno è possibile ammirare le Stanze del Pisanello, le opere di Giulio Romano e la raccolta degli Arazzi su cartoni di Raffaello.


Il complesso del Palazzo comprende anche il Castello di San Giorgio che custodisce gli affreschi del Mantegna dedicati a Ludovico II Gonzaga e a sua moglie.


Nella principale Piazza delle Erbe troviamo il Palazzo della Ragione e il Palazzo del Podestà e accanto ad essi la Torre dell’Orologio caratteristica per le ore contrassegnate dai numeri romani e dalle ore planetarie, dai giorni della Luna e dalla posizione degli astri.


Degno di attenzioni è anche il Duomo, conosciuto come Cattedrale di San Pietro, che rappresenta il punto di incontro tra diversi stili architettonici: il campanile romanico, la facciata neoclassica e la fiancata gotica.


Visitare Mantova vuol dire immergersi in un’atmosfera d’altri tempi che regala emozioni inaspettate.



FOTOGALLERY

Nessun dato presente

Dove siamo


DOWNLOAD

    Nessun dato presente

VIDEOGALLERY

Nessun dato presente