Piazza San Marco, Venezia

Piazza San Marco, Venezia

Piazza San Marco è racchiusa dalle Procuratie Nuove e Vecchie, dalla Torre dell’Orologio, dalla sfarzosissima Basilica e dall’altissimo campanile; ha forma trapezoidale e la sua origine risale al IX secolo.


Trova l'offerta



Napoleone la definì “il più bel salotto di ricevimento d’Europa” e, ancora oggi, è una delle più importanti piazze italiane, ammirata da milioni di turisti ogni anno.


Piazza San Marco è racchiusa dalle Procuratie Nuove e Vecchie, dalla Torre dell’Orologio, dalla sfarzosissimaBasilica e dall’altissimo campanile; ha forma trapezoidale e la sua origine risale al IX secolo.


Immersi in uno splendore artistico assai raro, impossibile non soffermarsi sull’omonima Basilica di San Marco per addentrarsi nella storia della città grazie ai suoi minuziosi elementi artistici e religiosi. 
La leggenda narra che l’edificio fu costruito nel punto indicato a San Marco da un angelo come luogo della sua sepoltura. Le sue spoglie, infatti, furono trafugate da due mercanti veneziani che, dopo averle inizialmente nascoste, le portarono in città. Qui il Doge le accolse trionfalmente e ordinò la costruzione della Chiesa.
 La bellezza di questa struttura è indiscutibile tanto che, al suo interno, le parole sono superflue.


Caratteristico è anche il Campanile, anch’esso dedicato a San Marco, che in principio fu un faro per i naviganti. Oggi rimane un simbolo per i viaggiatori, ma anche per i veneziani stessi che lo chiamano affettuosamente “El paròn de casa”.
La sua costruzione risale al IX secolo, ma crollò il 12 luglio 1902. Fu ricostruito esattamente dove era prima del crollo in dieci anni e inaugurato il 25 aprile 1912, festa del Santo patrono.


Insomma, rappresentare Venezia con un suo solo edificio è pressoché impossibile, quindi vale la pena organizzare un viaggio dedicandosi a tutto ciò che la città può offrire.


Ilaria Iezzi

FOTOGALLERY

Nessun dato presente

Dove siamo


DOWNLOAD

    Nessun dato presente

VIDEOGALLERY

Nessun dato presente