San Gimignano e le sue Torri

San Gimignano e le sue Torri

Visitare San Gimignano e passeggiare nel suo centro storico vuol dire immergersi in un prezioso gioiello culturale ed architettonico che l'Unesco ha dichiarato “Patrimonio dell’Umanità”.


Trova l'offerta



Visitare San Gimignano e passeggiare nel suo centro storico vuol dire immergersi in un prezioso gioiello culturale ed architettonico che l’Unesco ha dichiarato “Patrimonio dell’Umanità”.


 


Quello che, inizialmente, fu un piccolo villaggio etrusco ed oggi è uno dei borghi medievali più apprezzati in Italia e, forse, anche nel mondo, deve il suo nome al Santo Vescovo di Modena che, secondo la tradizione, lo avrebbe salvato dalle invasioni barbariche.


Il paese è inconfondibile grazie alle sue Torri che lo rendono visibile già mentre ci si avvicina e, proprio grazie ad esse, viene spesso soprannominato la Manhattan del Medioevo. Inizialmente queste caratteristiche costruzioni erano 72, ma intorno al 1580 ne restavano già soltanto 25. Oggi se ne possono ammirare, purtroppo, solo 16 intatte insieme ai resti di poche altre. La più antica è Torre Rognosa, mentre la più alta è la Torre del Podestà, o Torre Grossa, con i suoi 54 metri.


All’interno del borgo, circondato da mura del Duecento, vale la pena soffermarsi sulla Collegiata di Santa Maria Assunta, risalente al XII secolo, e sulla Chiesa di Sant’Agostino. E non dimenticatevi il Museo Etrusco e la Pinacoteca civica.


 


Insomma, San Gimignano rappresenta una delle più genuine testimonianze medievali in Toscana.


Ilaria Iezzi

FOTOGALLERY

Nessun dato presente

Dove siamo


DOWNLOAD

    Nessun dato presente

VIDEOGALLERY

Nessun dato presente