Spoleto tra romanità e medioevo

Spoleto tra romanità e medioevo

Spoleto è una cittadina umbra che merita di essere vista almeno una volta nella vita: immergersi nell'antica capitale dei duchi longobardi che ogni estate fa da cornice al Festival dei Due Mondi in cui artisti di tutto il mondo si esibiscono in danze, concerti e spettacoli è un’emozione irripetibile.


Trova l'offerta



Tra Roma e Firenze, Spoleto è una cittadina umbra che merita di essere vista almeno una volta nella vita: immergersi nell’antica capitale dei duchi longobardi che ogni estate fa da cornice al Festival dei Due Mondi in cui artisti di tutto il mondo si esibiscono in danze, concerti e spettacoli è un’emozione irripetibile.


Spoleto è caratterizzata dall’armonia con cui differenti stili e culture si mescolano tra loro lasciando i turisti affascinati dai suoi splendori architettonici. Tra le testimonianze romane citiamo il Teatro Romano e l’Arco di Druso e Germanico e, in centro città, la Casa Romana attribuita alla madre di Vespasiano Polla.


Nella parte medievale, invece, degna di attenzioni è la Rocca Albornoziana costruita tra il 1359 e il 1370 e voluta dal Cardinale Egidio Albornoz. La Rocca è costituita da due corti divise tra loro da un muro sovrastato da sei torri: la Corte d’armi e la Corte d’onore.


Tra i luoghi da non perdere compare il Duomo di Spoleto, costruito in stile lombardo-romanico alla fine del XII secolo sulle rovine della Chiesa di Sant’Elia. L’edificio è stato sottoposto, nel corso degli anni, ad alcuni interventi di restauro e modifica tra i quali l’aggiunta di un portico rinascimentale. Al suo interno sono custodite opere del Bernini tra le quali il busto in bronzo di Urbano VIII.


 La città è anche conosciuta per il celebre Ponte delle Torri che con i suoi 236 metri di lunghezza e 90 di altezza costituisce il raccordo tra Colle Sant’Elia e Monteluco.

FOTOGALLERY

Nessun dato presente

Dove siamo


DOWNLOAD

    Nessun dato presente

VIDEOGALLERY

Nessun dato presente